LOTO ARMONICO | A chi è rivolta
Marzia da Rold, Loto Armonico, Musicoterapia, La Musicoterapia ha rilevanti implicazioni in ambito neurologico, disabilità psicofisiche, relazionali, chi soffre nella sfera emotiva e psichica. E’ importante per la crescita e lo sviluppo dei bambini e trovano spazio coloro che desiderano fare un percorso di crescita personale e di ricerca interiore
Marzia da Rold, Loto Armonico, Musicoterapia, Neurologia, disabilità, Emozioni, mente, corpo, cammino interiore, bambini
15545
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15545,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-14.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

A chi è rivolta

Come la Musica appartiene a tutti

Come la Musica appartiene a tutti, così nella Musicoterapia tutti possono trovare beneficio. In particolare si rivolge a coloro che presentano problematiche specifiche o sentono il bisogno di trovare nel suono un mezzo di armonia ed equilibrio.

Secondo i più recenti studi, ha rilevanti implicazioni in AMBITO NEUROLOGICO.

Aiuta le persone con disabilità psicofisiche e dello sviluppo, i portatori di sindromi varie, chi presenta difficoltà di apprendimento o deficit di attenzione.

È molto efficace nel favorire il recupero percettivo e sensoriale nei disturbi del linguaggio, come in chi per varie ragioni non riesce ad usare la parola o la cui sfera vocale è compromessa.

Allo stesso modo, apporta un miglioramento nelle possibilità percettive del suono nelle situazioni di perdita dell’udito.

È di supporto e sostegno nelle malattie neurodegenerative (morbo di Parkinson, demenza, morbo di Alzheimer).

Armonizza mente e corpo.

Tocca i luoghi inespressi dell’anima

Aiuta chi soffre nella sfera psichica, in quella emotiva e nella vita di relazione, e dona ottimi benefici nelle situazioni di ansia e depressione. Facilita l’espressione delle emozioni e la loro integrazione, armonizza mente e corpo, migliora la relazione interpersonale.

Tocca i luoghi inespressi dell’anima e lavora nell’ambito della memoria, del recupero dei ricordi, mantenendo un rapporto con la dimensione nostalgica dell’esistenza, permettendo di contattare il passato, tramite la sua ripetibilità e risonanza corporea.

È importante per la crescita e lo sviluppo dei bambini, poiché la musica, in quanto stimolo complesso, espande e connette molte aree del cervello, sia quelle più strettamente razionali che quelle creative ed intuitive.

Vi trovano inoltre spazio coloro che desiderano fare un percorso di crescita personale e di ricerca interiore, e che nel suono possono accedere a nuove dimensioni dell’essere, aprire canali sensoriali e percettivi, espandere se stessi verso la dimensione spirituale.